Les Danseuses, lampada nata in casa Danese Milano ad opera dell’Atelier svizzero di design e architettura “Oi”, si ispira alla danza spirituale dei dervisci rotanti. Un oggetto ipnotico che richiama subito alle orecchie la canzone in cui Battiato canta: “Voglio vederti danzare / come i Dervisches Tourners / che girano sulle spine dorsali / o al suono di cavigliere del Katakali”.

Un po’ lampada e un po’ ventilatore, Les Danseuses ha un corpo ottico che emette una luce diffusa, un paralume realizzato in tessuto di poliestere tagliato al laser che ruota grazie ad un piccolo motore montato sul cavo di sospensione. Quando si accende la lampada genera ondulazioni regolari che evocano il movimento dei “monaci musulmani”.

Per realizzare questa suggestione, i designer svizzeri sono andati a scuola dagli uragani, studiandone le forze centrifughe e centripete. L’applicazione di queste ricerche permette a Les Danseuses di rimanere sempre in equilibrio sul proprio asse, pur ruotando di continuo.

Ci piace perché: di danzare non smetteremmo mai!

www.danesemilano.com