Il prossimo 19 Novembre si terrà a Firenze la VI edizione del premio letterario “Quarta di copertina”, un premio che si autodefinisce divertente, irriverente, goliardico.

Nell’estate del 2010 Nicola Mondaini e Franco Legni, due giovani professionisti fiorentini con trascorsi nel mondo della goliardia e animati da salace ironia Toscana, dopo un anno passato a promuovere i ripettivi libri “Vino e Eros” Edizione Giunti-Demetra e” Due di Briscola” Curiosando Editore, decidono insieme all’amico Gerardo Ruffilli di organizzare un premio letterario che da un’idea di Nicola Mondaini prende il nome di “Quarta di Copertina”.

Perché Quarta di Copertina? La risposta è semplice: in Italia ci sono 2700 case editrici, ci sono decine di premi letterari più o meno famosi, ma per quanto riguarda la lettura e l’acquisto di libri siamo fanalino di coda nel mondo occidentale, con meno del 50% della popolazione che afferma di aver comprato almeno un libro negli ultimi dodici mesi. Dunque perché premiare i libri se poi in definitiva non sono letti, quando si può gratificare la “Quarta di Copertina” ovvero l’ultima facciata di ogni volume? Più esplicitamente si tratta della quarta parte del formato del libro ed è in quello spazio limitato che l’autore riassume in poche righe il contenuto del suo lavoro e le sue note biografiche. Ma la quarta di copertina risulta anche la parte più letta da coloro che devono scegliere un testo e si trovano nell’imbarazzo di acquistare un’opera senza conoscerne il contenuto ed il genere a cui appartiene. Grazie a quelle poche righe vergate a riassunto dell’opera, nel cervello di chi legge si attiva il meccanismo che lo spingerà a prendere la decisione se comprare o scartare un libro.
Questo premio letterario vuole dunque andare a premiare l’autore che, di qualunque genere tratti (si va dal romanzo al libro di indagine, dal saggio scientifico fino al di ricettario, al fumetto o al saggio storico), ha il pregio di riuscire ad invogliare l’utente all’acquisto e alla lettura di un testo, in un momento storico in cui si legge poco e vi è una grande crisi dell’editoria.
La quarta di copertina premia la capacità di sintesi dell’autore, la sua abilità di attrarre e sedurre il lettore con poche significative espressioni. Il regolamento prevede che ogni anno 8-12 libri uniti da una tematica comune, sebbene appartenenti a generi diversi, si scontrino davanti a più giurie selezionate, atte a consacrare per acclamazione il vincitore dell’edizione grazie alla partecipazione fattiva e necessaria del pubblico presente.

Questa sesta edizione si svolgerà nella bellissima cornice della Galleria d’Arte Contemporanea Frittelli, uno spazio espositivo di 2000 mq sapientemente ristrutturato dall’architetto Adolfo Natalini.

Un divertente premio letterario che strizza l’occhio anche alla beneficenza, in questa edizione a sostegno di Cure2children, una onlus che promuove la cura di bambini affetti da malattie oncologiche, direttamente nel loro paese.

Che vinca il migliore!

Ci piace perché: ci saremo e ne vedremo delle belle, ma anche delle buone.

www.premioquartadicopertina.it