Al numero civico 43 di via della Commenda a Milano c’è un posto dove nord e sud si incontrano in un’armonia di sapori, non solo pizza napoletana… a Milano.
“Figlia” dell’omonima pizzeria torinese nata nel 1994 dall’idea di Walter Picariello e suo figlio Guido, la pizzeria “Gennaro Esposito” di Milano ha aperto i battenti a luglio del 2015, inaugurando la collaborazione tra Mario Firpo, brillante ingegnere napoletano con la passione per la ristorazione, ed il figlio di Walter, Fabrizio, pizzaiolo di professione.
Trovato nel 2014 il locale adatto per far partire l’avventura, Mario e Fabrizio hanno deciso di creare un ambiente che parlasse fortemente di Napoli utilizzando però una chiave di rivisitazione moderna. Per questo hanno affidato il progetto architettonico a Pierluigi Russo e quello grafico a Marialuisa Firpo, entrambi napoletani, che hanno saputo creare un concept tradizionale in una veste nuova, scegliendo di legare l’immagine del locale alla tombola ed ai numeri della smorfia ed avvalendosi dell’illustratrice Maddalena Pignatiello per la loro rappresentazione. I numeri fanno da filo conduttore a tutta l’identità del locale, dalle pareti ai menu, fino ai tavoli che costituiscono gli elementi più originali e caratterizzanti.
Pierluigi ha avuto l’idea di lavorare i tavoli, Maddalena ha realizzato le immagini rappresentative dei numeri, Marialuisa ha impaginato
per ogni tavolo il numero, la descrizione in lingua (napoletano,
italiano, inglese) ed il disegno.
Il menù proposto da Mario e Fabrizio vanta ovviamente pizze di tutti i tipi selezionando accuratamente i condimenti secondo una scelta tradizionale, ma non mancano altri gustosissimi piatti partenopei come le zucchine alla scapece, fiori di zucca in pastella, impepata di cozze, parmigiana di melanzane, primi e secondi… E per finire ottimi dolci tra cui trovano posto anche i meravigliosi tartufi gelati di Gay Odin.
Ci piace perché: ci voleva a Milano un pezzetto di Napoli da leccarsi i baffi!

www.gennaroespositomilano.it