Se è vero che è necessario essere appassionati di pattinaggio artistico per sapere che “Kiss & cry” è il nome dato all’angolo in cui i pattinatori attendono i giudizi tecnici ed artistici della loro esibizione, al contrario basta essere stati spettatori dello stupefacente spettacolo di teatro-danza che porta questo titolo per emozionarsi in maniera probabilmente indelebile.

In scena al Teatro Politeama nell’ambito del Napoli Teatro Festival, lo spettacolo ideato e realizzato da Jaco Van Dormael e Michèle Anne De Mey, marito e moglie nella vita, coniuga cinema, danza e teatro, ripercorrendo la vita amorosa dell’anziana Gisèle attraverso i passi di danza delle cinque dita della mano. Lo spettatore assiste contemporaneamente al video ed al suo “making of”, seguendo le scenografie lillipuziane nelle quali le mani dei due danzatori, la De Mey e Grégory Grosjean, inscenano cinque rapporti di coppia rievocati da Gisèle, seduta alla stazione in attesa di un treno che continua a passarle davanti senza fermarsi.

Lo spettacolo è emozionante, le musiche che lo accompagnano sono estremamente evocative e la riproduzione delle minuscole ambientazioni con tanto di elementi atmosferici lascia semplicemente senza fiato. La commovente affettività, evocata dalle dita che si intrecciano e si separano, danzano e nuotano, celebrando un caleidoscopio di stati d’animo contrastanti, lascia il segno ed emoziona a tal punto da non riuscire a smettere di applaudire.

Ci piace perché: è un teatro potente realizzato in punta di dita…

Home