L’estate è alle porte e dopo le abbuffate natalizie si torna a pensare alla forma fisica.

Ad una alimentazione sana va certamente affiancata l’attività fisica.
Una delle discipline più amate dalle donne è il pilates.

Ne abbiamo parlato con Francesca Brunetti, istruttore certificato Polestar.
Le abbiamo chiesto di rispondere alle tre domande più frequenti sul pilates.

D. La prima domanda è d’obbligo: con il pilates si dimagrisce?
R. Niente fa dimagrire se si continua ad alimentarsi in maniera scorretta. La perdita di peso si ottiene solo a tavola con una dieta corretta ed equilibrata in base al fabbisogno personale. Il risultato che può essere ottenuto con il pilates è una struttura muscolare allungata ed una postura corretta. Il pilates, infatti, rinforza il muscolo senza gonfiarlo perché attiva la muscolatura profonda, quindi l’effetto è di allungamento.

D. Per ottenere dei risultati quanti allenamenti si devono fare alla settimana?
R. Per ottenere dei risultati bisogna innanzitutto essere molto costanti, direi che allenarsi dalle due alle tre volte a settimana può essere sufficiente ad ottenere dei buoni risultati.

D. È più efficace l’allenamento a corpo libero o quello con le macchine?
R. Personalmente, essendo un istruttore di entrambi i metodi credo che il lavoro combinato tra corpo libero e l’utilizzo delle varie macchine sia il più efficace, in quanto ogni esercizio viene potenziato o regredito a seconda delle esigenze personali, dell’età e del livello di allenamento. 

Ci piace perché: è una disciplina che armonizza la silhouette.

 

Francesca Brunetti